Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l' informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.

Primo Piano

'ANNIA', nel nome della storia

La denominazione di Banca Annia Credito Cooperativo di Cartura e del Polesine è stata scelta in virtù della comune matrice storica che ha segnato ed unito due territori e due popoli: quello del Polesine e quello Padovano. 

Il nome ANNIA viene ricondotto ad una delle fondamentali vie di comunicazione nell'ambito dell'Impero Romano, la spina dorsale su cui si sono sviluppate le identità dei territori circostanti tra la terra e il mare, la laguna ed i corsi di acqua dolce. 

Iniziata dal Console Publio Popilio Lenate e portata a termine dal pretore Tito Annio Rufo nel 131 a.c. la via partiva da Adria per dirigersi verso Fasana Polesine, Pettorazza Grimani entrando nel territorio della bassa padovana e attraversando Agna, Bovolenta, Casalserugo, Padova città e proseguiva verso Venezia terminando il suo percorso di circa 200 km ad Aquileia, dopo aver toccato i territori di Altino e Concordia Sagittaria. 

L'arteria, di importanza vitale nel corso della storia, è diventata patrimonio culturale accessibile, una realtà capace di rievocare le vicende e le trasformazioni dei territori e di veicolare, oggi come ieri, idee e culture, crescita economica e sviluppo, scambi commerciali e aperture di nuove relazioni con altri territori.