Aumento delle frodi per Vishing su Carte di pagamento

In questo periodo sono stati registrati nuovi casi di frodi per vishing (dall’inglese voice-phishing o phishing vocale) una forma di truffa telefonica che ha lo scopo di carpire, con l’inganno, informazioni private quali credenziali o dati sensibili. Riconoscere questi tentativi di truffa può evitare di farti cadere in trappola.

Ricorda che in nessun caso la tua Banca ti chiederà mai telefonicamente dati sensibili, quali ad esempio: numero carta, data scadenza e cvv, codici di sicurezza o PIN, OTP (one time password).

 

Come riconoscere un tentativo di vishing?
Fai attenzione ad alcuni comportamenti che potrebbe mettere in atto il truffatore:

richiesta di recarsi presso Sportelli Bancomat postali / Banche per ricevere pagamenti a seguito di vendite di beni online;
potrebbe contattarti telefonicamente fingendo di essere del Servizio Clienti o di altri uffici della Banca per capire dati sensibili;
• dimostra di essere a conoscenza dei tuoi dati bancari, per accreditarsi come Banca;
• fa riferimento a movimenti effettuati tramite canali digitali;
• chiede i dati di accesso ai canali digitali.

Hai ricevuto una telefonata sospetta?

Se dovessi ricevere delle richieste telefoniche di dati sensibili o personali come i codici della carta o il codice OTP che ricevi via SMS, non comunicarli per nessun motivo e segnala il numero chiamante alla tua Banca o al Servizio Clienti al numero verde 800.99.13.41.

Un caso concreto:

Ricevo in data XXXXX sul mio cellulare una chiamata dal numero XXXXXX e l'interlocutore si presenta come appartenente a BANCA XXXX Ufficio Antifrode. Mi comunica l'esistenza di una transazione di addebito sospetto sulla mia carta di credito di € XXXXX, effettuata a ...(Paese straniero). Mi chiede se riconosco questa operazione e alla mia risposta negativa, mi indica che è necessario bloccare la carta.
Mi informa che bisogna aspettare qualche minuto per eseguire il blocco e dopo poco arriva sul mio cellulare un messaggio sms proveniente dalla Banca con la conferma dell'avvenuto Blocco. 
Successivamente mi avverte che è necessario effettuare il disconoscimento della transazione sospetta e per fare questo devo comunicare il codice che mi sarebbe giunto a momenti tramite un messaggio sms sul mio cellulare (Non bisogna comunicare nulla!) 
Subito dopo infatti ricevo il messaggio SMS da parte della Banca con il codice XXXX, lo comunico al mio interlocutore (Non bisogna comunicare nulla!)  e la chiamata si concude. Immediatamente dopo, tramite l'App installata sul mio smartphone, effettuo la lista movimenti e mi accorgo di un addebito appena eseguito, non autorizzato e non voluto....si è materializzata la truffa al telefono!

Vi raccomandiamo di non comunicare nulla e nessun codice che appare sul Vostro cellulare (la Banca o l'operatore Assistenza Carta di Credito "autentico" non ve lo chiederà mai perché ha già tutti i dati in possesso!).